Virtual Data Center

I servizi di “Virtual Data Center” (Virtual Private Cloud) permettono l’estensione dinamica delle capacità Data Center per le risorse computazionali, per lo storage e per il networking; è un’offerta idonea a qualsiasi ambiente enterprise con elevate prestazioni.

Get Started  

Virtual Data Center

Virtual Data Center

Panoramica delle funzioni

I servizi di “Virtual Data Center” costituiscono un Virtual Private Cloud e permettono l’estensione dinamica delle capacità di un Data Center on-premise, sia in termini di risorse computazionali sia di storage.

Un virtual data center appartiene ad un'organizzazione e fornisce ad e le risorse computazionali. I datacenter virtuali forniscono un ambiente in cui i sistemi virtuali possono essere archiviati, distribuiti e gestiti. Forniscono anche l'archiviazione per  CD virtuale e DVD. Una organizzazione cliente può richiedere la creazione di uno più VDC (virtual data center) come insieme di risorse specificate in: numero di CPU, numero di GB di RAM, spazio disco suddiviso in diversi tier (criteri di storage), numero delle reti delle reti e loro tipologia.

Il cliente per poter accedere ad un VDC necessita di aver completato il processo di creazione di un contratto, con il quale ricevere le credenziali per l’accesso alla propria struttura, una vOrg  con uno o più utenti e con uno o più VDC.

L'amministratore CloudEng  crea uno o più  virtual data center per fornire all'organizzazione le risorse di CPU, memoria, storage e rete. Un amministratore dell'organizzazione può visualizzare le proprietà del virtual data center e gestire le vApp, i modelli di vApp e gli elementi multimediali al loro interno.

Una volta ottenuto l’accesso alla vOrg, deve selezionare il VDC attraverso il quale può procedere in autonomia alla creazione di macchine virtuali, dischi e risorse di rete. Nel caso in cui il cliente necessiti di un nuovo VDC, o nel caso in cui necessiti dell’estensione delle dimensioni di risorse riservate, deve chiederlo ai servizi di amministrazione CloudEng.  Si veda la pagina "Come attivare i servizi"  per i dettagli di creazione della Organizzazione, del VDC e delle altre risorse. 

Modelli di vApp

Un modello di vApp è un'immagine della macchina virtuale caricata con un sistema operativo, applicazioni e dati. Tali modelli consentono di effettuare una configurazione uniforme delle macchine virtuali in tutta l'organizzazione. 

CloudEng mette a disposizione un insieme di base di modelli e  può supportare il cliente nella creazione di una vApp specifica.

CloudEng supporta la specifica OVF (Open Virtualization Format). Se si carica un file OVF che include proprietà OVF per la personalizzazione delle rispettive macchine virtuali, tali proprietà vengono conservate nel modello di vApp. 

Cataloghi di modelli

Le organizzazioni utilizzano i cataloghi per memorizzare modelli di vApp e file multimediali. I membri di   un'organizzazione hanno accesso al catalogo dell’organizzazione e possono utilizzare i modelli di vApp del catalogo e i file multimediali per creare le proprie vApp. Gli amministratori delle organizzazioni possono copiare elementi dai cataloghi pubblici al proprio catalogo aziendale.

Gli amministratori CloudEng mettono a disposizione un catalogo di base e sono a disposizione su richiesta per estendere i servizi del catalogo di base.

Estensioni Storage e Dischi indipendenti

Al momento della creazione del contratto vengono messi a disposizione del VDC un insieme di volumi storage scelti fra le diverse opzioni disco disponibili, con differenti tagli e con differenti Quality of Services.

Tali volumi possono essere utilizzati per creare i dischi delle VM, specificandoli all’atto della creazione di una VM e di un modello di vApp, o possono essere usati per creare i dischi indipendenti.

  • PLATINUM: servizio realizzato su infrastruttura storage SSD; lo storage Platinum è la scelta più performante.
  • GOLD: servizio realizzato su infrastruttura storage ibrida SSD e HDD; lo storage Gold è la scelta più efficiente ed economica per la maggior parte dei casi d'uso.
  • SILVER: servizio realizzato su infrastruttura HDD, ideale per ottenere buone prestazioni e un ottimo rapporto presto-prestazioni; l'archiviazione su HDD è appropriata per insiemi di dati di grandi dimensioni per applicazioni e servizi che non sono sensibili alla latenza o che vengono utilizzati raramente.
  • BRONZE: servizio realizzato su infrastruttura HDD con dischi ad alta capacità e performance idonee ad ambienti di archiviazione.

Virtual Data Center external networks

Al momento della creazione del contratto vengono messi a disposizione del VDC un pool di indirizzi su reti “Direct”, accessibili all’esterno della propria organizzazione e da altre organizzazioni, su reti “Routed” o “Reti instradate”  accessibili solo dall’organizzazione. L’amministratore del Tenant può invece creare in modo autonomo un numero arbitrario di reti “Internal” che risultano isolate rispetto ad altri VDC o rispetto ad altre organizzazioni.

L’amministratore del Tenant può procedere in autonomia a effettuare configurazioni avanzate sulle reti “Routed”.

Servizi Managed e Unmanaged

Il cliente, una volta ottenuto l’accesso al VDC, può eseguire tutte le operazioni di gestione fra cui l’attivazione di nuove istanze applicative, la variazione delle caratteristiche di CPU, RAM e dischi locali, la disattivazione, la verifica dello stato e la gestione dei propri profili e sottoscrizioni.

Questi servizi sono a loro volta strutturati su due differenti livelli qualitativi: servizi managed e unmanaged.

Servizi unmanaged

I diversi servizi di CloudEng, quali VDC, vApp, VM, dischi e reti possono essere gestiti in modo autonomo dal cliente e tale modalità è nominata Unmanaged. Ai servizi unmanaged si applicano le opzioni di base dei servizi indicati nella Tabella 4: Servizi inclusi  in Baseline od opzionali.

Servizi managed

I diversi servizi di CloudEng, quali VDC, vApp, VM, dischi e reti possono essere gestiti da Engineering D.HUB, o cogestiti con il cliente e tale modalità è nominata Managed. Ai servizi managed si applicano le opzioni avanzate dei servizi indicati nella Tabella 4: Servizi inclusi  in Baseline od opzionali.

 

Servizi di base ed opzionali - Tabella di sintesi

Opzioni

Unmanaged Services

Managed Service

Supporto Base

C

-

Supporto avanzato

-

C

Backup Base

C

D

Backup avanzato

-

D

Monitoring Dashboard

C

C

Monitoring Plus

D

D

Monitoring Plus per applicazioni

D

D

DR

D

D

Banda Internet base

C

C

Banda Internet estesa

D

D

IP Pubblici

C

C

IP Pubblici aggiuntivi

D

D

Cloud Network Plus

D

D

Cataloghi su misura

D

D

Crittografia delle VM e dei dischi aggiuntivi D D

C = compreso / D = disponibile / N = non disponibile / -- = non applicabile

Servizi di base ed opzionali - Descrizione

  • Backup Base

Servizio di backup automatizzato con backup full settimanale e incrementale giornaliero con retention configurabile in base a diversi livelli, per le VM e i dischi indipendenti. L’utente è in grado di procedere in autonomia alla restore dei dati attraverso una specfica console indicata al momento della attivazione del servizio.

  • Backup Advanced (servizio managed)

Servizio di backup a caldo di basi dati, configurato attraverso il setup di agenti sulle VM. L’utente è in grado di procedere in autonomia alla restore dei dati attraverso una specfica console indicata al momento della attivazione del servizio

  • DR (Disaster Recovery) (servizio managed a progetto)

Servizio opzionale di Disaster Recovery a progetto per la replica automatica delle immagini di sistema operativo e dei dati disponibili nei dischi base e aggiuntivi dei servizi Data Center Extension e Simple Server Advance. La replica di tipo asincrono avviene automaticamente ed è disponibile con i seguenti SLA parametrizzabili:

  • RTO ≤4h
  • RPO <1h
  • Monitoring Dashboard

Il servizio compreso su tutte le piattaforme IaaS a livello di vOrg è riferito alla dashboard integrata sul portale tenant cliente e comprende l’analisi in tempo reale dei seguenti indicatori:

  • Occupazione CPU (%)
  • Memoria RAM occupata
  • Occupazione dei dischi
  • Monitoring Plus per infrastruttura

Il servizio, di tipo non gestito, prevede l’attivazione di una console di monitoring per le VMM, vApp, reti e dischi. <... cercare descrizione ..>

  • Monitoring Plus per Applicazioni

Il servizio, di tipo non gestito, prevede l’attivazione di una VM specializzata e preconfigurata per offrire un servizio di monitoring completamente gestibile dal Cliente; vengono messi a disposizione due differenti template di servizio:

  • Servizio Nagios
  • Servizio Zabbix
  • Banda Internet base

La banda Internet è compresa per i soli servizi di base e conta di una disponibilità di banda condivisa, erogata da un’infrastruttura usata da più clienti.

  • Banda Internet estesa

In opzione è disponibile banda Internet dedicata su tagli variabili a partire da 1Mbps fino a 1Gbps.

  • Indirizzi IP pubblici

Engineering D.HUB metterà a disposizione, a richiesta del cliente specificando la relativa opzione nel contratto, il numero richiesto di IP Pubblici.

  • Indirizzi IP pubblici aggiuntivi

Engineering D.HUB metterà a disposizione, a richiesta del cliente eventuali IP pubblici aggiuntivi richiesti.

  • Cloud Network Plus

Il servizio mette a disposizione logiche di networking avanzato come la micro segmentazione.

  • Cataloghi su misura

Il servizio è disponibile solo per alcuni profili server e permette la generazione di sistemi virtuali partendo da un catalogo con specifiche fornite dal cliente. È un’opzione soggetta a verifica preliminare da parte di Engineering D.HUB e richiede un corrispettivo “una tantum” proporzionato alle specifiche richieste del cliente (riferimento listino servizi Cloud).

  • Crittografia per i servizi IaaS

Il servizio di crittografia per dischi e VM è disponibile a richiesta sulla base degli accordi contrattuali .